mercoledì 30 novembre 2016

Domenica 4 dicembre: Deiva - Framura - Bonassola (SP)


Sentiero Verde Azzurro

Ritrovo:  Serravalle Scrivia, piazza Coppi ore 7:50
Mezzo di trasporto: Auto.
Dislivello 400 metri. 

Durata ore 4,00 - Difficoltà T







Qui le foto della gita di Nicoletta C.

Qui le foto di Giorgio B. 

Qui le foto di Emanuela B.






Trekking a Deiva Marina

Itinerari di Liguria: da Framura a Bonassola sul Sentiero Verde Azzurro

martedì 1 novembre 2016

Domenica 6 novembre: traversata Arenzano-Cogoleto (GE)

Purtroppo le avverse condizioni meteo non ci consentono di effettuare l'escursione prevista per domenica che viene rimandata a domenica 13 novembre. 

Qui le foto della gita di Bruno P.
 

sabato 10 settembre 2016

Domenica 2 ottobre: La Via del Sale, da Genova a Casella

Appuntamento per la partenza in auto: ore 8  Piazza Coppi Serravalle Scrivia.
Secondo appuntamento ore 9 parcheggio cimitero di Staglieno (uscita autostrada Genova est)
Vicino al parcheggio c'è un'edicola dove potrete acquistare i biglietti per l'autobus che vi condurrà a Molassana.

Dislivello 700 metri.
Durata 6 ore
Difficoltà E

Descrizione gita:

Si parte dal piazzale sul torrente Geirato a Molassana, che raggiungiamo in autobus da Genova. e si prosegue verso il ponte dell'acquedotto.  Proprio sotto le arcate inizia salita di Pino che ci condurrà (attraversando in due punti la  carrabile ) a Pino Soprano (m. 362) e proseguendo sul sentiero alla  ferrovia Genova-Casella.

Si scende per una cinquantina di metri e si raggiunge l'abitato di Torrazza che attraversiamo per tutta la sua lunghezza; alla fine dell'abitato imbocchiamo salita della stazione che ci riporta vicino alla ferrovia. Da qui un breve sentiero ci conduce al borgo di San Bernardo, qui inizia una lunga carrareccia denominata " via del sale" che ci porterà fino ai piedi di vico Morasso.

Una lunga salita su creuze" e sentieri ci permetterà  di raggiungere la parte alta del paese,   superato l'abitato proseguiamo fino a raggiungere l'insellatura del monte Tullo, dopo aver attraversato la provinciale Sant'Olcese Crocetta si imbocca un sentiero in discesa che ci fa raggiungere una piana erbosa, qui si farà la sosta pranzo.

Dopo la sosta si scende al borgo di Ronchi e dopo un breve tratto in asfalto s'imbocca un ripido sentiero che ci conduce a Ciaè; si attraversa il torrente omonimo sul ponte medioevale.

Si comincia la ripida risalita verso le frazioni di Crocetta d'Orero , dopo aver attraversato la provinciale ( Bolzaneto-Casella ) la pendenza diminuisce, ora siamo in  costa e abbiamo un ampio panorama sulla valle sottostante. Ci attende l'attraversamento di caratteristiche borgate e si arriva così a Crocetta D'orero.

Adesso inizia la discesa verso Casella si attraversa due volte la provinciale e si entra nel borgo di Cortino e quindi,  con breve, ma pittoresco sentiero in pineta, raggiungiamo il ponte sullo Scrivia e da qui il centro di Casella. Rientro con il trenino a Genova.

Chi volesse interrompere la gita può farlo dopo la sosta e prendere il trenino alla stazione di sant'Olcese Tullo.



La Via del Sale 



Il trenino di Casella


domenica 4 settembre 2016

Domenica 4 settembre: anello di Olbicella (AL)

Giornata tipicamente estiva, 16 partecipanti, 13 km per un dislivello di m.500 c.a.

Olbicella è una piccola frazione nel Comune di Molare (AL), situata al vertice di uno strano “triangolo” di confini. Essa è infatti in provincia di Alessandria, ma a pochi passi dalla Provincia di Genova e da quella di Savona.

Continua qui

Una “fabbrica” a cielo aperto: Olbicella




Cascina Palareia

Monte Poggio (m.820)


Cascina Bric (Ponzone)







Cà Bruciata


Cascina Garroni
Sosta al rio Creuz

Al termine della gita il bagno ristoratore nell'Orba

lunedì 25 luglio 2016

Domenica 4 settembre: Anello di Olbicella (AL)

Lunghezza 12 km
Dislivello in salita m.500 c.a.
Tempo previsto 4 ore escluso le soste 

Ritrovo in Piazza Coppi a Serravalle Scrivia ore 8:15
Ritrovo parcheggio vicinanze casello di Ovada ore 9:00
Ritrovo e partenza parcheggio di Olbicella ore 9:30

Da Molare si percorre la SP 205 fino al km 1+ 500,  in direzione Cassinelle-Olbicella, quindi al successivo incrocio si svolta a sinistra per San Luca – Olbicella, proseguendo sulla SP 207 fino al km 13 + 500, dove si parcheggia nel piazzale della frazione di Olbicella.
Olbicella è la più remota tra le frazioni di Molare e sorge fra due alture: il Monte Poggio a Nord e il Monte Rotondo a Sud; è un piccolo borgo con la sua chiesetta dedicata a San Lorenzo e il vecchio albergo-trattoria di Talin, oggi in ristrutturazione.

Qui le foto della verifica

Loc. Cà Bruciata

Il percorso parte dal piazzale (370 m) situato vicino alla sede della dinamica Pro Loco, dove è presente una bacheca informativa relativa ai percorsi escursionistici della zona.
L’itinerario segue la provinciale per un breve tratto, supera la chiesa e svolta a destra sulla strada comunale in direzione Tiole, ricalcando il tracciato del sentiero 531 e iniziando una lunga salita dapprima su asfalto e poi su strada inghiaiata; dopo un paio di tornanti il cammino giunge al bivio di Pallareia, dove tiene la sinistra (qui inizia il percorso ad anello)
Il percorso prosegue in salita tra aree boscate e spazi aperti, transita nei pressi della Cascina Bric e giunge infine su un bel crinale panoramico (776m), ove svolta decisamente a destra, abbandonando la sovrapposizione con il sentiero 531 (da questo punto nelle giornate limpide si può ammirare tutto il territorio circostante arrivando fino all’arco alpino).
Il sentiero transita alle pendici del Monte Fonegrone e poi del Monte Poggio, i principali rilievi della zona, e scende su una mulattiera dal fondo molto dissestato verso la selvaggia località di Pian dei Persi; il cammino prosegue in discesa in un bel bosco caratterizzato dalla presenza del ciavardello (Sorbus torminalis) e del castagno (Castanea sativa) fino ad incrociare una carrareccia dove svolta a destra e si sovrappone al sentiero 556.
Il percorso scende alla Casa Bruciata (476m) dove svolta a destra proseguendo su una carrozzabile inghiaiata fino alla cascina Garroni, ove svolta nuovamente a destra terminando la sovrapposizione con il sentiero 556; il cammino supera un’area brulla e riarsa giungendo poi nei pressi delle sorgenti del rio Creuz.
Il sentiero supera le cascine Alberghin e Frei, poi incontra un bivio dove tenendo la destra e passando in prossimità della Cascina Nespolo, giunge al bivio Suriazza (dove transita anche il sentiero 556); di qui, svoltando decisamente a destra, il percorso costeggia una lunga fila di svettanti pini e giunge in località Cascina, dove prende il sentiero sulla destra, lasciando a sinistra la variante 558A che consente di abbreviare il ritorno ad Olbicella.
Superato un tratto invaso dalla vegetazione il percorso passa accanto alla Cà di Mella, arrivando alla cascina Palareia, dove prende la carrozzabile inghiaiata che riporta al crocevia omonimo, dove si chiude il percorso ad anello; al bivio si prende la strada di sinistra, seguendo il percorso già fatto all’andata e rientrando al piccolo paese di Olbicella.

Continua qui

martedì 28 giugno 2016

Domenica 3 luglio: Rifugio Selleries da Prà Catinat, Forte di Fenestrelle - Val Chisone (TO)

Domenica proporremmo l’ultima uscita escursionistica pre-ferie. Meta di carattere spiccatamente alpino, anche se non estremamente impegnativa, che ci porterà in Val Chisone, nella zona del forte di Fenestrelle e del parco dell’Orsiera. Mi raccomando, occasione da non perder per uscire un poco dagli usuali panorami escursionistici più legati al nostro territorio !! Possibile appoggiarsi al rifugio Selleries per un ‘rinforzo’ di pranzo o per un dolce / caffè / ammazzacaffè !!

Stefano, Delfina, Alberto, Lele

Giornata tipicamente estiva, 8 partecipanti. Qui le foto di Andrea Bosco e Qui quelle di Chiara



Il Forte di Fenestrelle


Q

mercoledì 1 giugno 2016

DUE GIORNI SUL LAGO DI COMO 11 E 12 GIUGNO 2016

GITA ANNULLATA CAUSA PESSIME PREVISIONI METEO

Per la partenza  l'appuntamento è a Serravalle Scrivia Piazza Coppi alle ore 07,15 del giorno 11. Trasferimento con mezzi propri.


1° giorno

Da Pigra a Colonno
Una bella passeggiata che comincia con la salita in funivia da Argegno a Pigra. Poi per vecchie mulattiere e sentieri scende con stupende vedute sul lago fino a Colonno.
ITINERARIO: Argegno - Pigra - Corniga - Colonno
DURATA TOTALE ORE: 2.00
DISLIVELLO: 90 m. circa
DIFFICOLTÀ: facile ma con tratti di ripida mulattiera in discesa
SEGNAVIA: alcuni cartelli indicatori
COLLEGAMENTI: da Como per Argegno: in battello.  Per Pigra funivia

Da  Colonno a Menaggio
Si tratta di una passeggiata dolce da Colonno a Menaggio lunga ca. 14 km che
segue tratti dell'Antica Strada Regina, antica via di comunicazione.
ITINERARIO: Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo, Griante Menaggio
DURATA TOTALE ORE: 4.30
DISLIVELLO: 100 m.
DIFFICOLTÀ: facile
SEGNAVIA: frecce e targhette metalliche sulla pavimentazione


2° giorno
Sull'Antica Strada Regina
da Menaggio a Rezzonico

L'Antica Strada Regina che si snodava sulla sponda occidentale del lago, collegava Como ai
passi alpini. Il tracciato di questa strada regia romana costeggiava la riva, talvolta coincidente e spesso parallela all'attuale strada. Seguiamo qui un tratto ben conservato dell'antica strada, che porta da Nobiallo (frazione di Menaggio) al nucleo storico di Rezzonico.

ITINERARIO: Menaggio - Nobiallo - Sasso Rancio - Acquaseria - Molvedo - Santa Maria - Rezzonico
DURATA TOTALE ORE: 3.00
DISLIVELLO: 150 m.
DIFFICOLTÀ: qualche breve tratto ripido
SEGNAVIA: alcuni cartelli in legno “Sentiero del Giubileo 2000”
Da Rezzonico a Dongo
Passeggiata lungo il fianco del Monte Bregagno ad un’altitudine media di ca. 300 m, passando attraverso le frazioni dei comuni di Cremia, Pianello del Lario e Musso per giungere
alla chiesa di S. Eufemia posta in posizione panoramica sul Sasso di Musso, da dove si
scende a Dongo.
ITINERARIO: Rezzonico, Vezzedo, Cheis, Semurano, Vignola, Camlago, Maggiana, Coscia, Bresciana,
Campagnano, Genico, Barbignano, Dongo

DURATA TOTALE ORE: 4.00
DISLIVELLO: 350 m. circa
DIFFICOLTÀ: due brevi tratti in ripida salita
SEGNAVIA: alcuni cartelli in legno che indicano il sentiero del Giubileo 2000
COLLEGAMENTI: Ritorno da Dongo: in autobus - C10
Possibilità di terminare anche prima la passeggiata.

lunedì 16 maggio 2016

11 e 12 giugno due giorni al lago di Como

L'undici e dodici giugno è in programma la due giorni al lago di Como



Si tratta di due tappe nella parte occidentale del lago con pernottamento all'ostello Menaggio.

A breve vi invieremo una scheda tecnica, per ora preciso che il dislivello massimo sarà 500/600 metri.

Necessita  una conferma di partecipazione entro giovedì 19 maggio per effettuare la prenotazione.
Trovate le informazioni sui prezzi del pernottamento, cena e colazione in questo sito. 

http://www.ostellomenaggio.it/index.html


Rispondete via mail. Grazie.

domenica 8 maggio 2016

Camminata enogastronomica

Anello di cigognola (PV) 14 km, 7 cantine dalla colazione al dolce
Il nostro gruppo era composto da 14 partecipanti; giornata variabile, partiti con il sole arrivati con la pioggia

Il Castello di Cigognola


La partenza

























Archivio blog