lunedì 8 dicembre 2014

Domenica 7 dicembre: Acquedotto di Genova

Giornata nuvolosa al mattino e serena al pomeriggio

27 partecipanti per venti km di lunghezza e 500 metri c.a. di dislivello

La partenza da Pino Soprano

Antico lavatoio





Maggiociondolo fiorito!


Acquedotto storico di Genova
L'antico ponte canale sul Geirato






Sull'acquedotto


Chiesa di San Siro di Struppa

Il ponte sul Rio Torbido





Borgano


Qui le foto di Angelo C.


lunedì 1 dicembre 2014

Domenica 7 dicembre: Acquedotto di Genova

DETTAGLIO GITA



Accompagnatori: Igor / Alberto (328 6637030) / Gianpaolo (329 8565321)
Escursionismo

Ritrovo:
Stazione Arquata Scrivia : ore 07.45
Partenza:
07.57
Trasferimento:
treno + bus
Itinerario:
vedi descrizione
Dislivello/Sviluppo:
m. 500 circa
Tempi di Percorrenza:
6 ore circa
Difficoltà:
E
Pranzo:
Al sacco
Rientro Previsto:
19.00 / 19.30 (teorico)
Equipaggiamento:
Normale escursionismo
Termine Iscrizioni:
Sabato 6 dicembre 2014.


Luogo di partenza :Pino Soprano a quota m. 340 che si raggiungiamo con due bus , precisamente il n 13 (Brignole-Molassana) ed il n 481 (Geirato_Pino).
Iniziamo la camminata imboccando una creusa in salita che ci porta sullo spartiacque delle valli Polcevera e Bisagno. Attraversiamo la Ge-Casella scendendo all'abitato di Pino. Nei pressi della chiesa si prende la via per il Castello di Pino che presto si trasforma in un viottolo talvolta poco  visibile, quindi un bosco , attraversato il quale siamo a Castello di Pino quota m.230, piccolo borgo ai margini della città. Scendendo attraverso creuse,ci portiamo a Cadato, quota m.157 e all'abitato di Carpi, confinante con l’ACQUEDOTTO. Prendiamo questa via d'acqua in direzione nord-ovest  sino a Geirato: da ammirare il ponte a quattro arcate sul torrente omonimo .Attraverso un sentiero raggiungiamo Carta Genova a quota m.225. Un km. di strada asfaltata ci porta ad incrociare il sentiero F.I.E. proveniente da Creto e poi all'abitato di S.Giacomo. Siamo nuovamente sull'acquedotto da qui si possono vedere i quartieri di Molassana e giro del Fullo e di seguito verdi prati e piccoli insediamenti .Arriviamo al cimitero di Struppa ,confinante con la S.P. di Creto .In questa località, merita una visita la pieve di S.Siro (chiesa romanica). Dopo la visita e la pausa pranzo, riprendiamo per un breve tratto la via precedente e attraversiamo il rio Torbido su di un ponte spettacolare
di ben 35 metri di altezza, con una lunghezza di m.100, poggiante su 7 arcate. Siamo in aperta campagna , verso valle si intravedono Struppa e Prato, a monte Fontanegli e Marsiglia. Proseguiamo sino ai "filtri" di Cavassolo .Salutiamo l'acquedotto e percorrendo un sentiero in salita scopriamo le borgate di : Castagneto, La Parte, La Chiappa,Maggiolo, Borgano ,Noceto a quota m.540. Più in alto i pascoli della gola di Sisa. Scendiamo a S, Martino di Struppa e attraverso mattonate ci portiamo alla Doria e quì un bus ci riporterà alla stazione di Brignole.
Durata del percorso circa ore 6, dislivello m.500
Per i trasferimenti in treno si consiglia di munirsi anticipatamente di biglietto
Il presente calendario potrà subire variazioni in relazione alle condizioni meteo.


lunedì 24 novembre 2014

Domenica 23 novembre: da Quarto a Brignole (GE)

20 partecipanti per 20 km con 750 m di dislivello

Giornata uggiosa

Quarto dei Mille













Il Forte di Santa Tecla



Qui le foto di Angelo C.

mercoledì 5 novembre 2014

Domenica 23 novembre: da Genova Quarto a Brignole (GE)

Si andrà nel vicino genovese, da Quarto dei Mille a Genova via crose, sentieri e stradine. Giro di medio impegno, con alcune salite un poco impegnative e con un discreto sviluppo del percorso . Nonostante le terribili piogge avvenute le previsioni paiono incoraggianti e quindi vi aspettiamo numerosi.

Treno da Arquata con cambio a Genova Principe (ove il tempo sarà ridottissimo per la coincidenza quindi si raccomanda estrema rapidità nel trasbordo al binario in sotterranea )

Stefano, Delfina, Alberto, Gianpaolo

DETTAGLIO GITA
Data: 23 novembre 2014

  Da Genova Quarto a Brignole

Dislocazione: Riviera Genovese

Accompagnatori: Igor / Delfina (338 3116452) / Alberto (328 6637030) / 329 8565321 (Gian Paolo)
Escursionismo

Ritrovo:
Stazione Arquata Scrivia : ore 07.45
Partenza:
07.57
Trasferimento:
Treno
Itinerario:
Quarto – Apparizione – Borgoratti – Camaldoli – Quezzi - Brignole
Dislivello/Sviluppo:
m. 700 / 750 circa
Tempi di Percorrenza:
6 ore circa
Difficoltà:
E
Pranzo:
Al sacco
Rientro Previsto:
19.00 / 19,30 (teorico)
Equipaggiamento:
Normale escursionismo
Termine Iscrizioni:
Sabato 8 novembre 2014.
Note:


E Il nostro percorso inizierà dalla stazione di Quarto, una breve passeggiata sul mare ci porta a Priaruggia, da cui una lunga salita immersa in case di diversa natura, ci porterà ad oltrepassare C.so Europa e quindi proseguire per v. Pianelletti pervenendo al piazzale di Quarto alto (quota m.200)bella vista del golfo ligure. Dal piazzale una larga strada asfaltata a tornanti; da uno di questi si diparte un piccolo sentiero tra gli ulivi, che ci porterà a superare il rio Priaruggia e quindi all'uscita del vallone una ripida scalinata raggiunge salita del Chiapazzo. Ci troviamo sotto la chiesa di Apparizione, attraversiamo via Olivieri da cui una mattonata (V. Buratella) ci porterà sul greto del torrente Sturla, località Borgoratti. Superato il torrente si ricomincia a salire per la mattonata sino alla cresta del monte dove si può ammirare la valle Sturla ed il Fasce. Proseguendo si arriva ad una cisterna e quì mediante una ripida discesa nel bosco, si arriva ad un piccolo rio .La nostra gita continua attraverso una mulattiera sino al forte di S.Tecla e via asfalto sino ai Camandoli (Quota 280 ). Prevista sosta pranzo nei confortevoli giardini dove si può godere un panorama del centro cittadino. Terminata la pausa proseguiamo per Via Berghini che abbandoniamo presto per un viottolo tra la vegetazione, continuando in discesa tra orti sino alla frazione Palazzo:dinanzi a noi ,in basso,il popoloso quartiere di Quezzi. Proseguiamo in discesa sino alla frazione Pedegoli, quindi Via del Mulinetto costeggiante l'omonimo rio; in breve il paesaggio muta radicalmente, non più alti palazzi ma piccole case indipendenti. In fondo alla valletta un ponte ci permette di superare il rio e raggiungere Via Mottachiusura da dove, all'altezza di un campo sportivo, arriveremo a salita Costa dei Ratti e poi alla torre di Quezzi (quota 290). Fantastica visione di Genova e le sue riviere. Attraverso il sentiero F.I.E proveniente dal Fasce scendiamo velocemente nel quartiere di Marassi, di fronte allo stadio. Superato il Bisagno imbocchiamo via Ponterotto , tratto terminale della antica via del sale sino alla stazione Brignole.

N.B. : Essendo la segnaletica assente si consiglia ai partecipanti di stare in gruppo .




Per i trasferimenti in treno si consiglia di munirsi anticipatamente di biglietto
Il presente calendario potrà subire variazioni in relazione alle condizioni meteo.
L’associazione non risponde per danni ai partecipanti privi di Iscrizione ed abbigliamento adeguato

domenica 19 ottobre 2014

Domenica 19 ottobre: Roccaforte Ligure - Avi - Roccaforte Ligure (AL)

9 partecipanti, giornata variabile ma calda

La partenza




Il passaggio complicato sul sentiero sparito...




Prima riserva d'acqua
La cantina

Seconda riserva d'acqua
La villa
Angelo C.
Rocchetta Ligure
Cantalupo Ligure
La Croce nella nebbia
Gruppo con cane famelico
Sosta al bivacco del monte Poggio
Il torrente Sisola
Monte Poggio, sentiero 260 Serena e Alessandro