domenica 20 dicembre 2009

Programma 2010

10 Gennaio - Anello Crevari con visita al Presepe
Ritrovo: Stazione Arquata Scrivia ore 7,30. Mezzo di trasporto treno - Dislivello 450 metri. Durata ore 3,30 - Difficoltà T

7 Febbraio - Anello di Rocca di Corno - (Entroterra Finale L.)
Ritrovo: Ovada piazzale antistante casello autostradale ore 8,30 - Dislivello 500 m. c.a.
Durata: ore 4,30 – Difficoltà E

14 Marzo - Colline Torinesi - Superga (To)
Ritrovo: Stazione Arquata Scrivia ore 6,40 . Mezzo di trasporto treno. Dislivello 600 metri. Durata ore 6 - Difficoltà E

18 Aprile - Eremo di San Pietro ai Monti (Entroterra di Loano)
Ritrovo: Ovada piazzale antistante casello autostradale ore 8,00 - Dislivello 850 metri. Durata ore 5 - Difficoltà EE

1 / 2 Maggio - Rossiglione - Arenzano
Dislivello 1000 metri c.a. Durata 10 ore c.a. Difficoltà EE
Trekking di due giorni nelle nostre terre - Prenotazione obbligatoria

6 Giugno - 21 Borgate di Meana di Susa
Ritrovo: Stazione Arquata Scrivia ore 6,40 . Mezzo di trasporto treno. Dislivello 300 metri. Durata ore 5 - Difficoltà T

3 Luglio - Grigliata del gruppo (Prenotazione obbligatoria)

7 Agosto - Notturna ai Laghi del Gorzente
Dislivello 100 m c.a. durata ore 3 Difficoltà T
Ritrovo ore 18:00 piazza Coppi - Serravalle S. oppure Loc. Guado Gorzente ore 18:45


5 Settembre - Rifugio Coda ai Carisey - (Oropa)
Ritrovo: Novi Ligure Piazza XX Settembre ore 7,45 - Partenza in auto – Dislivello 700 metri. Durata ore 5 - Difficoltà E

17 Ottobre - Campo Ligure - Prato Rondanino
Ritrovo: Ovada piazzale antistante casello autostradale ore 8,00 - Dislivello 400 metri c.a. Durata ore 6 - Difficoltà E

14 Novembre - S. Margherita - Cala degli Inglesi - Portofino
Ritrovo: Stazione Arquata Scrivia ore 7,30. Mezzo di trasporto treno - Dislivello 450 metri. Durata ore 4,30 - Difficoltà E

5 Dicembre - Antiche fortificazioni di Genova
Ritrovo: Stazione Arquata Scrivia ore 7,30. Mezzo di trasporto treno - Dislivello 300 metri. Durata ore 4,30 - Difficoltà T

18 Dicembre - Cena Sociale - Assemblea del Gruppo
Prenotazione obbligatoria

Per i trasferimenti in treno si consiglia di munirsi anticipatamente di biglietto

Il presente calendario potrà subire variazioni in relazione alle condizioni meteo

L’associazione non risponde per danni ai partecipanti privi di abbigliamento adeguato ed iscrizione

Per informazioni contattare 3298565321 (Gian Paolo) 3771276909 (Delfina)

venerdì 18 dicembre 2009

Sabato 19 dicembre assemblea e cena sociale

Agriturismo Vigna Santa, San Giuliano Vecchio (Al)

Presentazione programma trekking 2010
.

domenica 13 dicembre 2009

domenica 6 dicembre 2009

Domenica 13 dicembre: anello di Sestri Ponente

Dislocazione : Entroterra genovese - Sestri Ponente

Accompagnatori: Alberto (328 6637030) / Delfina (338 3116452)
Escursionismo

Ritrovo: Stazione Arquata Scrivia ore 7.30 Partenza: 07.51
Trasferimento: Treno
Itinerario: Sestri - Panigaro - S.Pietro ai Prati - Madonna del Gazzo - Sestri

Dislivello/Sviluppo: metri 450 circa
Tempi di Percorrenza: 5,00 ore in totale (sosta inclusa)

Difficoltà: E Pranzo: Al sacco
Rientro Previsto: 18.30 / 19.00 (teorico) Equipaggiamento: Normale da escursionismo
Termine Iscrizioni: Sabato 12 Dicembre 2009.

Note:

L'itinerario prende il via dalla stazione di Sestri Ponente .
Da qui in bus (nr. 161) trasferimento alla frazione di Panigaro da cui ha inizio l'escursione.
Il sentiero risalirà senza grandi difficoltà la valletta del Rio Bianchetta (percorribilità da verificare in caso di forte pioggia) che conserva tuttora acque cristalline ed attraversa un ambiente lussureggiante e poco antropizzato. Raggiunto il paesino di S.Pietro ai Prati si ridiscende ad attraversare nuovamente il rio Bianchetta per risalire alla lunga dorsale che congiunge Sestri e il Monte Figogna (Santuario Guardia)
Da qui si ritorna verso il mare in direzione del santuario della Madonna del Gazzo ove si salirà per godere della splendida vista su tutta la riviera ligure (possibilità di ristoro).
Dal santuario si ridiscende quindi in direzione di Sestri attraverso le antiche mulattiere che risalivano al monte attraversando la cosiddetta zona delle Fornaci, così conosciute in virtù della presenza dei vecchi forni di cottura della calce estratta dalle vicine cave.


N.B. Rientro in treno dalla stazione di Sestri Ponente .
Orari : 16,46 (cambio Ge BR) - 17,53 (cambio Ge PP) - 18,24 (cambio Ge Samp)



Per i trasferimenti in treno si consiglia di munirsi anticipatamente di biglietto
Il presente calendario potrà subire variazioni in relazione alle condizioni meteo.
L'associazione non risponde per danni ai partecipanti privi di abbigliamento adeguato ed iscrizione

domenica 22 novembre 2009

Domenica 22 novembre: Zoagli - Chiavari



























































Giornata nuvolosa, 30 partecipanti

nelle foto:

Villa Sem Benelli

Partenza da Zoagli

Panorama di Zoagli

Arrivo a Chiavari

Mosaico "Rosa dei Venti"

.

lunedì 16 novembre 2009

DOMENICA 22 NOVEMBRE 2009 ZOAGLI - CHIAVARI

COORDINATORE 329 8565321 (Gian Paolo) - 3383116452 (Delfina)

DIFFICOLTA' E
DISLIVELLO 600 METRI
TEMPO DI PERCORRENZA 5 ORE COMPLESSIVE
MEZZO DI TRASPORTO TRENO

LUOGO RITROVO ARQUATA SCRIVIA - STAZIONE FERROVIARIA
ORARIO RITROVO 7,30
ORARIO PARTENZA 7,46 - CAMBIO A PRINCIPE ALLE ORE 8,39 - ARRIVO A ZOAGLI ORE 9,44. RITORNO TRENO DA CHIAVARI ORE 17,14 - ARRIVO AD ARQUATA SCRIVIA ORE 18,54
LOCALITA' ZOAGLI - MONTE ANCHETTA - CHIAVARI
ITINERARIO ZOAGLI - S. PIETRO Ð SEMORILE - M. ANCHETTA (549) - CAMPODONICO - LIGGIA - MONTE TELEGRAFO (330) - MADONNA DELLE GRAZIE - CHIAVARI
PRANZO Al sacco
EQUIPAGGIAMENTO Normale da escursionismo

NOTE DI GITA


SI PERCORRE IL PRIMO TRATTO DELL'ANELLO DEI 5 CAMPANILI DI ZOAGLI, A SEMORILE SI SALE VERSO IL MONTE ANCHETTA PER RIDISCENDERE VERSO CHIAVARI ATTRAVERSANDO LE FRAZIONI DI CAMPODONICO E LIGGIA. SI RISALE VERSO IL MONTE TELEGRAFO PER RIDISCENDERE A CHIAVRI RAGGIUNGENDO LA CHIESA DELLA MADONNA DELLE GRAZIE.

martedì 13 ottobre 2009

Domenica 18 ottobre

ALASSIO - CAPO MELE - ANDORA

COORDINATORE 329 8565321 (Gian Paolo) 3383116452 (Delfina)

DIFFICOLTA' E
DISLIVELLO 450 METRI
TEMPO DI PERCORRENZA 4 ORE COMPLESSIVE
MEZZO DI TRASPORTO AUTOMOBILE

LUOGO RITROVO OVADA, PIAZZALE ANTISTANTE IL CASELLO AUTOSTRADALE ORARIO RITROVO 8
ORARIO PARTENZA 8,10 - PER CHI PROVIENE DA ALTRE DIREZIONI L'APPUNTAMENTO E' FISSATO ALLA STAZIONE FERROVIARIA DI ALASSIO ALLE ORE 9,30. LOCALITA' CAPO MELE - RUDERI DI MULINO A VENTO E SEMAFORO

ITINERARIO ALASSIO (7) - VILLA SALADA - S. BERNARDO (283) - POGGIO BREA (370) - POGGIO BAIALE (310) - COLLA MICHERI (165) - CAPO MELE (215) - COLLA MICHERI (165) - ANDORA (4) . PER RITORNARE AD ALASSIO TRENO DA ANDORA ALLE ORE 14,50 - 15,13 - 16,51 - 18,18 - 18,50

PRANZO AL SACCO
EQUIPAGGIAMENTO NORMALE DA ESCURSIONISMO

NOTE DI GITA

SI TRATTA DI UNA TRAVERSATA LUNGO IL CRINALE CHE PARTENDO DA ALASSIO GIUNGE ALLA VALLE MERULA. LA PRIMA PARTE DEL PERCORSO SI SVOLGE CON VISTA MARE FINO AL SUGGESTIVO BORGO DI COLLA MICHERI, SI PROSEGUE A CAPO MELE E SI FA RITORNO AL BORGO PER SCENDERE AD ANDORA.

sabato 19 settembre 2009

Gita rimandata

Alture di Carrega (Al)

PER RAGIONI ATMOSFERICHE L'ESCURSIONE E' RINVIATA
A DOMENICA 4 OTTOBRE 2009 ALLA STESSA ORA.


lunedì 14 settembre 2009

Domenica 20 settembre: alture di Carrega

Dislocazione : Valle Borbera

Accompagnatori: Milena
Escursionismo

Ritrovo: Stazione Arquata Scrivia ore 08.00 Partenza: 08.15
Trasferimento: Auto Itinerario: Castello di Carrega - Capanne di Carrega - Cascina del Pra - Carrega Ligure
Dislivello/Sviluppo: metri 500 circa Tempi di Percorrenza: h. 5,00 - 5,30 + soste
Difficoltà: E Pranzo: Al sacco
Rientro Previsto: 18.30 / 19.00 (teorico) Equipaggiamento: Normale da escursionismo
Termine Iscrizioni: Sabato 19 settembre 2009.


Note:

L'itinerario prende il via dal castello di Carrega.
Si imbocca il sentiero che porta a Capanne di Carrega e si prosegue sotto le pendici del monte Carmo in direzione Poggio Rondino .
Percorrendo la discesa di attraversa la località di Fontana Cavanna e le Cascine del Pra (piccolo borgo abbandonato) per giungere all'abitato di Carrega
Trattasi di un percorso su sentieri tipici della Valle Borbera ideale per riprendere dimestichezza con le escursioni dopo la sosta estiva.

martedì 8 settembre 2009

Programma Trekking (seconda parte)

20 Settembre Alture di Carrega
Partenza in auto da Arquata S. (piazza Stazione FS) ore 8,15. Dislivello 400 metri. Durata 5 ore. Difficoltà E.

18 Ottobre Alassio - Capo Mele - Andorra
Ritrovo Ovada piazzale antistante casello autostradale ore 8,00 - Dislivello 450 m. c.a.
Durata 4 ore Difficoltà E.

22 Novembre Zoagli - Chiavari

Ritrovo: Arquata Scrivia stazione ferroviaria ore 7,30. - Dislivello 600 m. Durata 5 ore Difficoltà E.

13 Dicembre Anello di Sestri Ponente - Valle Rio Bianchetta
Ritrovo: Arquata Scrivia stazione ferroviaria ore 7,30. (partenza da confermare con nuovo orario F.S.) Durata: ore 4 . Dislivello 450 m. - Difficoltà E.

19 Dicembre Cena Sociale Assemblea del Gruppo
Prenotazione entro il 13 dicembre



Per i trasferimenti in treno si consiglia di munirsi anticipatamente di biglietto
Il presente calendario potrà subire variazioni in relazione alle condizioni meteo.
L'associazione non risponde per danni ai partecipanti privi di abbigliamento adeguato ed iscrizione
Per informazioni contattare 3298565321 (Gian Paolo) 3771276909 (Delfina)

martedì 30 giugno 2009

domenica 7 giugno 2009

Domenica 7 giugno: anello di Stazzano

35 partecipanti, bellissima giornata con una piacevole sorpresa:
ho fatto trovare delle bibite fresche nascoste da me nella grotta il giorno prima...

Qui trovi le foto di Nicola


Domenica 7 giugno: anello di Stazzano







lunedì 1 giugno 2009

Domenica 7 giugno: Anello di Stazzano

Una bellissima gita con sospresa finale...

COORDINATORE 3400034159 (Anna)- 3383116452 (Delfina)
DIFFICOLTA'
DISLIVELLO 300 MT CIRCA
TEMPO DI PERCORRENZA 5 ORE COMPLESSIVE
MEZZO DI TRASPORTO
AUTO PROPRIA
LUOGO RITROVO STAZZANO PIAZZA RISORGIMENTO
ORARIO RITROVO 09.00
ORARIO PARTENZA ORE 09.10 IN AUTO VERSO IL SANTUARIO DI MONTE SPINETO
LOCALITA'
ITINERARIO SANTUARIO MONTE SPINETO - BOCCA DEL LUPO - RIO LAGO SCURO
PRANZO Al sacco
EQUIPAGGIAMENTO Normale da escursionismo

CENNI STORICI



NOTE DI GITA

Si narra che nel 1155 gli abitanti di Stazzano lasciarono le proprie case e, per sottrarsi alla furia dei soldati dell'Imperatore germanico Federico Barbarossa, salirono sul colle di Monte Spineto, raccomandando la loro salvezza alla Beata Vergine.
Quando le truppe nemiche si ritirarono, gli stazzanesi vollero innalzare sul colle una cappella in onore della Madonna di Monte Spineto che li aveva protetti in quel drammatico frangente.
Sorse cosi' l'attuale Santuario, a tre navate e tre altari, che dall'alto domina il territorio circostante.

L'escursione vi sorprenderà per il panorama e la particolare conformazione del territorio e terminerà con la visita ad una serra privata con una notevole collezione di piante grasse provenienti da tutto il mondo.

Seguirà rinfresco...

Guarda su FACEBOOK

domenica 10 maggio 2009

Sabato 9 e domenica 10 maggio: Bosio - Genova



Partecipanti sabato 16 (partiti in 7 da Voltaggio e in 9 da Bosio).
Domenica 12 partecipanti fino alla Madonna della Guardia di Monte Figogna (in 4 sono scesi fino a Pontedecimo)
.

Giornate stupende ottima sistemazione il sabato sera, alla Chelina dei Piani di Praglia (Ge).




Sabato 9 e domenica 10 maggio: Bosio-Genova









domenica 3 maggio 2009

Sabato 9 e domenica 10 maggio: Bosio - Genova


Posti (12) esauriti chi lo volesse può trovarsi alla Chelina ai Piani di Praglia e fare il tratto fino alla Madonna della Guardia e ritorno (4 ore e 30 totali escluso le soste). Partenza prevista domenica ore 9

sabato 18 aprile 2009

Domenica 19 aprile

Gita rimandata causa previsioni meteo avverse.

domenica 12 aprile 2009

Domenica 19 aprile: Sentiero dell'Infanta (entroterra di Finale Ligure)


COORDINATORE
329 8565321 (Gian Paolo) – 338 3116452 (Delfina)

DIFFICOLTA’: EE

DISLIVELLO: 700 METRI

TEMPO DI PERCORRENZA: 6 ORE COMPLESSIVE

MEZZO DI TRASPORTO: TRENO


LUOGO RITROVO
ARQUATA SCRIVIA – PIAZZA STAZIONE FERROVIARIA

ORARIO RITROVO: 7,30

ORARIO PARTENZA
7,46 CON ARRIVO A FINALE LIGURE ALLE ORE 9,55. PER IL RITORNO TRENI DA FINALE ALLE ORE 16,35 – 17,07 – 17,55. DA FINALE A CALICE LIGURE SERVIZIO TAXI O NOLEGGIO BUS A SECONDA DEL NUMERO DEI PARTECIPANTI

LOCALITA’: CALICE LIGURE

ITINERARIO
CALICE LIGURE – PIAN DEI CORSI – ZONA PERTI – PIAN MARINO – FINAL BORGO – FINALE LIGURE

PRANZO: Al sacco

EQUIPAGGIAMENTO: Normale da escursionismo


NOTE DI GITA


SI PARTE DA CALICE LIGURE (70) , SI PIEGA A DESTRA E SI INFORCA UN RIPIDO SENTIERO (2 BOLLI ROSSI) E CI SI ATTESTA SULLA DORSALE CHE DIVIDE LE VALLI DEI TORRENTI PORRA E CARBUTA. A QUOTA 776 SI CONFLUISCE SULLA PROVINCIALE 23 NEI PRESSI DI PIAN DEI CORSI E DOPO POCHE CENTINAIA DI METRI SI RAGGIUNGE L’ANTICA STRADA BERETTA. QUI’ INIZIA LA DISCESA CHE ATTRAVERSA LA ZONA DI PERTI E GIUNGE A PIAN MARINO. NELL’ULTIMO TRATTO SI PERCORRE LA VALLE FOSSILE DI MONTESORDO, SI GIUNGE NEI PRESSI DELLA CHIESA DEI 5 CAMPANILI, SI OLTREPASSA LA CHIESA DI S. EUSEBIO E SI ARRIVA ALLE CASE DI PERTI CON LA TORRE DEI DIAMANTI (ULTIMO RESTO DI CASTEL GOVONE). DOPO AVER ATTRAVERSATO GLI SPALTI DI CALTEL S. GIOVANNI SI GIUNGE A FINAL BORGO E DA QUI’ FINALE LIGURE.

domenica 15 marzo 2009

Anello di Vernazza





















































































Dislivello di 800 metri, 18 chilometri c.a.
27 partecipanti, giornata primaverile.

lunedì 9 marzo 2009

Domenica 15 marzo: VERNAZZA – SANTUARI DELLE 5 TERRE

COORDINATORE
329 8565321 (Gian Paolo) – 3383116452 (Delfina)

DIFFICOLTA’: E

DISLIVELLO: 800 METRI

TEMPO DI PERCORRENZA
5 ORE COMPLESSIVE

MEZZO DI TRASPORTO: TRENO


LUOGO RITROVO
ARQUATA SCRIVIA – PIAZZA STAZIONE FERROVIARIA

ORARIO RITROVO: 6,50

ORARIO PARTENZA
7,04 CON ARRIVO A VERNAZZA ALLE ORE 9,33. PER IL RITORNO TRENO DA VERNAZZA ALLE ORE 16,22 CON ARRIVO AD ARQUATA ALLE ORE 18,54

LOCALITA’: VERNAZZA

ITINERARIO
VERNAZZA (18) – MADONNA DI REGGIO (281) – FOCE DRIGNANA (450) – M. MALPERTUSO (812) – CIGOLETTA (607) – S. BERNARDINO (374) - VERNAZZA

PRANZO: Al sacco

EQUIPAGGIAMENTO: Normale da escursionismo


NOTE DI GITA


Nelle Cinque Terre, la via dei Santuari si snoda sull'alto dei monti, a picco sul mare, incontrando da La Spezia il Santuario di Nostra Signora di Montenero a Riomaggiore, il santuario di Nostra Signora della Salute a Manarola, il Santuario di Nostra Signora delle Grazie a Corniglia, il Santuario della Madonna di Regio a Vernazza il santuario della Madonna di Soviore a Monterosso..
Per raggiungere il santuario di Vernazza si deve percorrere il sentiero numero 8. La lunghezza del percorso è di 1,2 km e raggiunge una quota di 317 m
Dalla stazione ferroviaria si prende la strada per il cimitero superandolo. Si continua lungo il sentiero lastricato, corrispondente al percorso della Via Crucis. La mulattiera si snoda tra le fasce coltivate fino a raggiungere il piazzale del santuario, dal quale si gode una bella vista su Vernazza. Da qui’ si sale ancora fino al monte Malpertuso e proseguendo sull’alta via delle 5 terre fino a Cingoletta si scende al santuario N. S. delle grazie (S. Bernardino) per fare ritorno a Vernazza.



lunedì 9 febbraio 2009

Gita all'antico acquedotto di Genova
















































































Giornata tiepida con sole e nuvole: 38 partecipanti, 20 km c.a.

Bellissima gita culturale

Acquedotto storico di Genova














L'Acquedotto storico di Genova è un'antica struttura architettonica idrica situata nella Val Bisagno, attraversando e uscendo dai confini del comune di Genova. Ha inizio nella provincia dal comune di Bargagli, nell'alta valle, e attraversa per intero i quartieri di Molassana, Staglieno, Circonvallazione a monte fino a Castelletto, per finire all'altezza della Ripa (o Sottoripa), in prossimita del porto antico, oggi attrazione turistica, un tempo cuore del futuro grande porto del mar Mediterraneo.

Oggi l'acquedotto si configura come uno stupendo percorso pedonale lungo circa ventotto chilometri, in un suggestivo scenario, rilevante sotto moltissimi punti di vista: dalle splendide architetture civili e monumentali di cui abbiamo esempio nel ponte canale sul Rio Torbido o nel Portale del Barabino alla Rovinata, all'archeologia industriale del Ponte Sifone sul Geirato e del suo gemello sul Veilino, dalle bellissime passeggiate nel verde del tratto Pino sottano - Trensasco o nella suggestiva gola di Fossato Cicala, all'interessante scoperta continua di come l'Acquedotto si è trasformato e mimetizzato giungendo nel centro cittadino.

...

Fonte

giovedì 5 febbraio 2009

Una visita all'antico acquedotto

Un'opera idraulica medievale in Val Bisagno. Un percorso da rivalutare. Ci pensa l'associazione creata dagli abitanti di San Bazà di Francesca Baroncelli
GENOVA, 02 OTTOBRE 2006. Siete mai stati all'antico acquedotto della Val Bisagno? Di origine medievale, dal 1100 fornisce acqua potabile alla città vecchia e al Porto prelevandola dalle valli laterali del Bisagno. Il tracciato è ancora oggi bene individuabile, a cominciare dal ponte a tre livelli che attraversa la valle dell'affluente Davagna, a Bargagli. Non mancano le antiche chiuse e le abitazioni per i guardiani.
La parte terminale del percorso dell'acquedotto è stata ricalcata nell'800 dalla strada di Circonvallazione a Monte - da piazza Manin a Castelletto - lungo il cui percorso rimangono ancora tratti originali fino all'arrivo alle cisterne di Castelletto, dove l'ultimo ponte scavalca la salita di San Gerolamo.

L'Associazione culturale Antico Acquedotto è nata da un'aggregazione spontanea degli abitanti di San Bazà, una frazione di Struppa che gravita sul percorso dell'antico condotto.
Particolarmente sensibili allo stato del percorso, che è anche meta domenicale per le famiglie della valle, gli abitanti della zona si sono fatti promotori di azioni di volontariato, effettuando addirittura sistemazioni idrauliche e di sicurezza, apposto panchine e luoghi di sosta. Il fine dell'associazione è di portare avanti le attività di riqualificazione dell'acquedotto.

Fonte

lunedì 2 febbraio 2009

08 FEBBRAIO: ANTICO ACQUEDOTTO DI GENOVA

08 FEBBRAIO: ANTICO ACQUEDOTTO DI GENOVA

COORDINATORE
329 8565321 (Gian Paolo) – 3383116452 (Delfina)

DIFFICOLTA’: T

DISLIVELLO:
TRASCURABILE. IL PERCORSO E’ PIANEGGIANTE TRANNE
2 MODESTI SALISCENDI IN CORRISPONDENZA DEI PONTI SIFONE

TEMPO DI PERCORRENZA: 7 ORE COMPLESSIVE

MEZZO DI TRASPORTO: TRENO + AUTOBUS

LUOGO RITROVO: ARQUATA SCRIVIA – PIAZZA STAZ. FERROVIARIA ORE 7:30

ORARIO PARTENZA
7,40 CON ARRIVO A BRIGNOLE ALLE 8,23. DA QUI’ SI PRENDE L’AUTOBUS PER CAVASSOLO IN PARTENZA ALLE ORE 9 E ARRIVO ALLE ORE 9,27. ALL’EDICOLA DELLA STAZIONE BRIGNOLE MUNIRSI DI BIGLIETTO BUS DA € 1,50. PER IL RITORNO SI PRENDE IL TRENO A PRINCIPE (ORE 16,25 – 17,28 – 17,58) .

ITINERARIO
PONTE DI CAVASSOLO – RIO TORBIDO – RIO GEIRATO – MOLINI TRENSASCO – RIO CICALA – STAGLIENO - VIA BURLANDO – MANIN – PASSO DELL’ACQUIDOTTO – VIA SOLFERINO – CORSO MAGENTA – CORSO PAGANINI – SALITA S. GEROLAMO – SPIANATA CASTELLETTO – SALITA RONDINELLA – VIA CAIROLI – PORTA DI VACCA – SOTTORIPA – VIA DEL MOLO

PRANZO: Al sacco

EQUIPAGGIAMENTO: Normale da escursionismo

NOTE DI GITA

SI RACCOMANDA DI RIMANERE IN GRUPPO, IL PERCORSO E’ SEMPLICE MA VI SONO DIVERSE DEVIAZIONI IN SALITA E DISCESA CHE DOBBIAMO TRASCURARE, LA SEGNALETICA NON E’ MOLTO CHIARA. FARE ATTENZIONE AI TRATTI SCIVOLOSI SE IL TERRENO E’ BAGNATO, IN ALCUNI TRATTI MANCANO LE LASTRE DI COPERTURA SOPRA L’ACQUDEOTTO.
L'Acquedotto storico di Genova è un'antica struttura architettonica idrica situata nella Val Bisagno, attraversando e uscendo dai confini del comune di Genova. Ha inizio nella provincia dal comune di Bargagli, nell'alta valle, e attraversa per intero i quartieri di Molassana, Staglieno, Circonvallazione a monte fino a Castelletto, per finire all'altezza della Ripa (o Sottoripa), in prossimita del porto antico, oggi attrazione turistica, un tempo cuore del futuro grande porto del mar Mediterraneo. Oggi l'acquedotto si configura come uno stupendo percorso pedonale, in un suggestivo scenario, rilevante sotto moltissimi punti di vista: dalle splendide architetture civili e monumentali di cui abbiamo esempio nel ponte canale sul Rio Torbido o nel Portale del Barabino alla Rovinata, all'archeologia industriale del Ponte Sifone sul Geirato e del suo gemello sul Veilino, dalle bellissime passeggiate nel verde del tratto Pino sottano - Trensasco o nella suggestiva gola di Fossato Cicala, all'interessante scoperta continua di come l'Acquedotto si è trasformato e mimetizzato giungendo nel centro cittadino. La storia dell'Acquedotto ha inizio qui. Attorno al 1050 venne scelto il sito del Veilino, sopra la necropoli di Staglieno. Verso il 1300, nel 1275, il punto di inizio dell'acquedotto viene spostato a monte presso la frazione di Trensasco e il nuovo ramo dell'acquedotto era realizzato da Marin Boccanegra, della famiglia del capitano del popolo Guglielmo. La penuria idrica porta nel 1491, alla creazione del Magistrato delle Acque, che redige una specie di piano regolatore volto all'incremento delle risorse prima sul tratto esistente, poi con il prolungamento da Trensasco alla frazione La Presa di Bargagli, deciso nel 1623 e attuato in pochi anni.

domenica 11 gennaio 2009

Domenica 11 gennaio: anello di Cogoleto (Ge)




























Cogoleto-Varazze-Cogoleto
16 km c.a. - 26 partecipanti

Giornata bella ma ventosa

martedì 6 gennaio 2009

Domenica 11 gennaio: anello di Cogoleto (Ge)

Anello Cogoleto - Varazze - Cogoleto
Dislocazione : Zona costiera del Genovese

Accompagnatori: Alberto (328 6637030) / Delfina (338 3116452)

Escursionismo
Note:

L'itinerario prende il via dalla stazione di Cogoleto ( Ge ) .
Si percorre il lungomare e successivamente il tracciato della vecchia ferrovia costiera fino a raggiungere Varazze. Da qui si imbocca il sentiero che fra tipiche crose e orti risale i primi contrafforti dell'appennino ligure fino a raggiungere la cappelletta del beato Giacomo e successivamente il santuario della Madonna della Giuardia di Varazze. La discesa avverrà su un differente sentiero che attraverso zone un pochino brulle e poco frequentate ma di eguale piacevole interesse ci riporterà in prossimità di Cogoleto e da qui dopo aver percorso il lungomare fino alla stazione. Trattasi in definitiva di un breve e tranquillo percorso giusto per riprendere dimestichezza con le escursioni dopo il periodo di feste natalizio.


N.B. si ricorda che Cogoleto risulta raggiungibile anche in auto e che il ritrovo è comunque fissato in stazione alle ore 9.45 precise .

Archivio blog